intestazione

ARCHIVIO

 

BIOGRAFIE: Monica Conti

MONICA CONTI
Si diploma in regia alla scuola Paolo Grassi di Milano e in pianoforte al Conservatorio di Brescia. Dal 1986, per dieci anni, lavora come attrice diretta da alcuni fra i maggiori registi italiani.
Dirige il primo spettacolo nel 1989 Faust. Un travestimento di Edoardo Sanguineti con Claudio Bisio, ma si dedica prevalentemente alla regia solo dal 1996 con Aprile a Parigi di John Godberg, di cui è anche interprete, e Edmenegarda di Giovanni Prati. Nel 1997 è al Fabbricone di Prato con Stretta sorveglianza di Jean Genet e al Franco Parenti di Milano con La mite, personale elaborazione drammaturgia della novella di Dostoevskij. Successivamente firma la regia di: L’ultimo nastro di Krapp di Beckett, Else e Il sottotenente Gustl di Schnitzler, Killer Disney di Ridley, Voltati e parlami di Alberto Moravia.
Sempre al Fabbricone di Prato mette in scena nel 2000 La donna di pietra, di cui è anche autrice, ispirato a Emily Dickinson.
Nella stagione 2000/01 dirige Gianrico Tedeschi nel Minetti di Thomas Bernhard e nel 2002 ne Il medico per forza di Molière. Nel 2003 al Teatro Giacosa di Ivrea dirige Dispetto d’amore di Molière. Nel 2004 mette in scena al C.T.B. Le onde del mare e dell’amore di Franz Grillparzer e Coefore con Annamaria Guarnieri per la Fondazione Orestiadi di Gibellina che debutta alla Biennale di Venezia. Nel 2005 dirige Franco Branciaroli nello Studio su Adelchi di Alessandro Manzoni prodotto dalla Compagnia Gli Incamminati.
Nel 2000 debutta nella lirica con la regia de Il mito di Caino di Franco Margola e dell’opera dodecafonica Barrabas di Camillo Togni e nel 2001 cura il riallestimento de Le siège de Corinthe di Rossini all’Opéra National de Lyon, allestita l’anno precedente a Pesaro da Massimo Castri. Per la rassegna di drammaturgia tedesca di RAI3 cura la regia radiofonica di Sterminio ovvero il mio fegato è senza senso di Werner Schwab.
All’Arena Plautina di Sarsina fonda e dirige per tre anni (1995/1997) un laboratorio su Plauto e a Chiaravalle (1998/1999) su Maria Montessori con un gruppo di quaranta attori marchigiani.
Nel 2005 insegna recitazione al secondo corso attori della Civica Scuola d’Arte Drammatica Paolo Grassi di Milano. In primavera 2007 dirige una sessione di lavoro del Corso di Alta Formazione Teatrale diretto da Massimo Castri presso il Teatro Storchi di Modena. Successivamente dirige al Teatro India di Roma L’innesto di Luigi Pirandello e nel 2010 ha curato la regia di Pasqua di August Strindberg .
Nel giugno 2001 le è stato conferito il Premio Histryo alla regia.


PRODUZIONI RELATIVE:

LE MUTANDE LE MUTANDE (2011) prima nazionale Una produzione ERT di Carl Sternheim
traduzione Giorgio Zampa
regia Monica Conti
scene e costumi Claudia Calvaresi
luci Robert John Resteghini
suono Franco Visioli
con Federica Fabiani, Diana Hobel, Sergio Mascherpa, Antonio Giuseppe Peligra, Nicola Stravalaci
assistente alla regia Francesca Debri
produzione Emilia Romagna Teatro Fondazione, CTB Teatro Stabile di Brescia, La Corte Ospitale

NEGLI ANNI

BIOGRAFIE

NUOVO SITO

Clicca qui per accedere al nuovo sito di Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Modena
realizzazione sito internet Web and More S.r.l.