intestazione

ARCHIVIO

 

BIOGRAFIE: Sandro Lombardi

Foto biografiaLa vicenda d'attore di Sandro Lombardi s'identifica con la storia della compagnia da lui fondata, insieme a Federico Tiezzi e Marion D'Amburgo, all'inizio degli anni settanta a Firenze. Denominata dapprima "Il Carrozzone", successivamente "I Magazzini" e adesso "Compagnia Lombardi-Tiezzi", essa ha segnato un momento significativo nell'evoluzione del Nuovo Teatro Italiano, distinguendosi per la continuitą di un lavoro di ricerca e innovazione.
Momenti fondamentali del percorso iniziale di Sandro Lombardi sono gli anni del teatro-immagine (Morte di Francesco, 1971, La donna stanca incontra il sole, 1972); l'esperienza del Teatro Analitico-Patologico-Esistenziale (Presagi del vampiro, 1977, Vedute di Porto Said, 1978) e quella del Teatro Metropolitano (Punto di rottura, 1979, Crollo nervoso, 1980, Sulla strada, 1982).
Tra i molti lavori, tutti per la regia di Tiezzi, di cui Sandro Lombardi č stato protagonista, ricordiamo: Genet a Tangeri (Premio Ubu 1994 come miglior spettacolo); Come č di Samuel Beckett, 1987; Hamletmaschine di Heiner Müller, 1988, con cui ottiene il suo primo Premio Ubu per la migliore interpretazione maschile; Adelchi di Alessandro Manzoni, 1992; Porcile di Pier Paolo Pasolini, 1994; Nella giungla delle cittą, di Bertolt Brecht, 1997; Zio Vanja di Anton Cechov, 1999; L'apparenza inganna, di Thomas Bernhard, 2000.
Recentemente Sandro Lombardi si č concentrato sulla drammaturgia di Giovanni Testori, autore a lui particolarmente congeniale. Sempre diretto da Tiezzi, ha rivoluzionato nell'arco di alcuni anni l'immagine tradizionale di un Testori viscerale e sanguigno, per proporne un'interpretazione comica e raffinata, malinconica e violenta, con quattro spettacoli premiati da un crescente successo: Edipus 1994, che gli ottiene il secondo Premio Ubu; Cleopatrąs, 1996, di nuovo Premio Ubu; Erodiąs e Mater strangosciąs, riuniti in un unico spettacolo sotto il titolo di Due lai, 1998; L'Ambleto, 2001, quarto Premio Ubu per l'interpretazione.
Ricorrenti sono le sue incursioni nel campo della musica, sin dal lontano Tactus, 1974, per l'Autunno Musicale a Como, su musica di Azio Corghi. Ha successivamente lavorato con Giancarlo Cardini, Jon Hassell, Salvatore Sciarrino (al Ravenna Festival del 1993), Ed Spanjard, Giacomo Manzoni (Maggio Musicale Fiorentino del 1997), Arturo Tamayo, Riccardo Muti (Teatro alla Scala, 1997), Francesco Pennisi (Festival Monteverdiano di Cremona, 2000, e Maggio Musicale Fiorentino, 2001), Giorgio Battistelli (per Opera sull'acqua di Erri De Luca, di cui ha curato anche la regia, 2002).
Nel 2000 č stato protagonista del film di Paolo Rosa, Il mnemonista. Nel 2001 la Rai gli ha dedicato la pubblicazione di un cofanetto con quattro compact disc contenenti tutte le sue interpretazioni testoriane anteriori all'Ambleto. Per la radio ha curato La cognizione del dolore di Carlo Emilio Gadda (2001), ed č stato autore, regista e interprete de Il circo dei sogni (2002).


PRODUZIONI RELATIVE:

ZIO VANJA ZIO VANJA (1999) Una produzione ERT di Anton Cechov
regia Federico Tiezzi

AMLETO I II III AMLETO I II III (2002) Una produzione ERT di William Shakespeare

regia Federico Tiezzi

Compagnia Lombardi-Tiezzi - Emilia Romagna Teatro Fondazione - Teatro Metastasio Stabile della Toscana

SCENE DI AMLETO SCENE DI AMLETO (2000) Una produzione ERT di William Shakespeare
regia Federico Tiezzi
debutto 22/10/2000
Roma, Teatro India

ANTIGONE DI SOFOCLE ANTIGONE DI SOFOCLE (2004) Una produzione ERT di Bertolt Brecht
regia Federico Tiezzi

GLI UCCELLI GLI UCCELLI (2005) Una produzione ERT di Aristofane
drammaturgia Sandro Lombardi
regia Federico Tiezzi
con Sandro Lombardi, Alessandro Schiavo, Massimo Verdastro, Silvio Castiglioni
Compagnia Lombardi/Tiezzi - Emilia Romagna Teatro Fondazione

NEGLI ANNI

BIOGRAFIE

NUOVO SITO

Clicca qui per accedere al nuovo sito di Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Modena
realizzazione sito internet Web and More S.r.l.