intestazione

ARCHIVIO

 

BIOGRAFIE: Enrique Vargas

Enrique Vargas, drammaturgo, regista, ricercatore di antropologia teatrale e attore, dirige attualmente il Teatro de los Sentidos di Madrid. Molte delle sue 'costruzioni sceniche' sono state realizzate a partire dalle rappresentazioni tradizionali nelle comunità indigene, nelle strade di Haarlem a New York, o dai riti misterici mediterranei.
Nato nel 1940 a Manizales in Colombia, dal 1955 al '60 studia drammaturgia, regia e recitazione alla Scuola nazionale d'Arte Drammatica di Bogota (Colombia). Dal 1960 al '66 studia antropologia teatrale al Kalamazoo College in Michigan. Nel 1966 lavora come regista al Teatro La Mama di New York realizzando le opere New York attraverso il naso e Cuchifrito che portano il segno della ricerca di un linguaggio corporale.
Dal 1968 al '72 è Direttore e drammaturgo del Gut Theatre ad East Harlem-New York. Le opere di questo primo periodo utilizzano le feste popolari tradizionali di piazza dei portoricani di Harleem per sviluppare un gioco drammatico partendo sempre dal linguaggio del corpo e dalla ricerca di uno spazio di gioco affinché i partecipanti possano essere i protagonisti della propria festa non in veste di spettatori ma come attori di un rituale collettivo.
Dal 1972 al '75 si occupa di drammaturgia di animazione dell'oggetto al Teatro Centrale di Praga; tra 1972 e il 1984 lavora come Direttore del Centro di Investigazione Teatrale dell'Università Nazionale di Colombia, centrando il suo lavoro sulla relazione tra il gioco infantile, il rituale e i miti della comunità indigena della regiona amazzonica colombiana. Tra il 1984 e il 1990 crea la Cattedra di Investigazione dell'Immagine Sensoriale all'Università Nazionale di Colombia.
Tra il 1990 e il 1996 Vargas ha realizzato una trilogia, "Sotto il segno del labirinto", che comprende gli spettacoli: Il filo di Arianna, La fiera del Tempo vivo e Oracoli.
Nell'estate 2000 debutta a Bologna con una nuova creazione, Memoria del vino o i giochi di Dioniso.
Ha ricevuto numerosi riconoscimenti: Primo Premio del Festival di Teatro dell'Expò 1967 in Quebec; Premio Nazionale di Drammaturgia in Colombia 1988; Primo Premio Salon Nacional de Artes Plasticas in Colombia 1992; Premio Tucan de Oro al Festival di Teatro di Cadice 1993; Premio UNESCO 1995 per la ricerca teatrale.
Ha collaborato con il quotidiano El Espectador ha pubblicato i saggi: "Rito, Mito y Juego", "Tiempos de Metafora", "Imagen sensorial e investigacion y la busqueda de lo no dicho".
Svolge un'attività permanente di ricerca, creazione e formazione che comprende laboratori, seminari e messe in scena sulla Drammaturgia dell'Immagine Sensoriale. Le sue ricerche si sono concentrate principalmente sulla relazione tra 'Mito, Rito e Gioco' in contesti labirintici basati sul linguaggio dell'Oscurità, del Silenzio e della Solitudine. L'Oscurità decodifica il corpo: le mani vedono, la narice evoca, le orecchie sentono il silenzio. Il viaggiatore torna alle sue origini: annusa, tocca, percepisce come se fosse la prima volta. La ricerca di un linguaggio sensoriale risponde alla necessità di recuperare il corpo come fonte di conoscenza e di piacere. Nelle opere di Vargas si creano le condizioni necessarie per ascoltare e parlare in questo linguaggio inesprimibile a parole.


PRODUZIONI RELATIVE:

ORACOLI ORACOLI (1997) IL SUONO DELL'ACQUA DICE QUELLO CHE PENSI Una produzione ERT creazione e regia Enrique Vargas

debutto 4/10/1997
Modena, Teatro San Geminiano

MEMORIA DEL VINO O I GIOCHI DI DIONISO MEMORIA DEL VINO O I GIOCHI DI DIONISO (2000) Una produzione ERT regia Enrique Vargas
debutto 21/7/2000
Bologna, Sferisterio

NEGLI ANNI

BIOGRAFIE

NUOVO SITO

Clicca qui per accedere al nuovo sito di Emilia Romagna Teatro Fondazione.

Emilia Romagna Teatro Fondazione, Modena
realizzazione sito internet Web and More S.r.l.